Prestiti online 24 per studenti: migliori prodotti, offerte del 2022 per chi studia

Le soluzioni di prestito in esame si distinguono per rivolgersi ad una particolare categoria di individui: gli studenti. I quali, di sovente, si trovano nella condizione di dover affrontare delle spese incombenti, al fine di potersi pagare gli studi e mantenersi lontano dal nucleo familiare di origine.

Il più delle volte inoltre non possono contare sull’ingresso costante di un reddito da lavoro o di contributi di altro genere. La peculiarità di queste formule si rileva nella facoltà di svolgere la procedura interamente all’interno di una dimensione telematica. Sono molti gli enti finanziatori che consentono di affrontare l’istanza di prestito all’interno dei propri portali web. Si permette così di accorciare i tempi procedurali e di eseguire l’accreditamento del finanziamento entro due giorni dall’inoltro della domanda. In molti casi questo periodo di tempo si riduce persino a ventiquattro ore. La velocità dei finanziamenti online dipende essenzialmente dalla riduzione dei tempi mediante cui si svolge la fase istruttoria.

  • I prestiti veloci per studenti rientrano nella categoria dei prestiti personali, sebbene la procedura che conduce all’ottenimento del capitale sia più snella rispetto a quella canonica. Attraverso queste soluzioni è possibile arrivare a disporre di un capitale compreso tra mille e ventimila euro. Ma la soglia minima e massima può variare, a seconda dell’istituto di credito che si prende in esame. L’opportunità di ambire a cifre significative scaturisce dalla capacità di rimborso del richiedente e dalla qualità delle garanzie che si offrono. Anche se il prestito per gli studenti è concepito per avvenire senza la presentazione di garanzie particolarmente onerose.

Le caratteristiche dei prestiti rapidi per studenti

Le soluzioni di cui si tratta sono rivolte a coloro che sono impegnati a seguire un corso universitario. Nondimeno a chi si appresta a frequentare un corso di alta formazione professionale. La procedura di richiesta avviene interamente all’interno di un’apposita pagina web, messa a disposizione dall’istituto di credito cui ci si rivolge. La trasmissione della documentazione avviene dunque per via telematica. Per quanto riguarda l’entità del tasso di interesse applicato, generalmente risulta vantaggioso. Perché si cerca di andare incontro alle particolari esigenze dello studente. Ovviamente, a seconda dell’istituto di credito che si prende in esame, ci si trova dinnanzi ad una serie di peculiarità. Che rendono ciascun prodotto finanziario specifico, pur facente parte di una medesima fattispecie di prestito. Le differenze tra le varie proposte emergono soprattutto in relazione alla durata, all’importo massimo esigibile, ai requisiti richiesti e all’entità del tasso d’interesse.

Nella maggior parte delle ipotesi si prevede che il prestito sia finalizzato. La cifra che si ottiene deve quindi essere utilizzata in maniera esclusiva per la rilevazione di determinati beni. Di solito, la finalità si riferisce a tutto ciò che risulta inerente alla vita accademica dello studente. Si ricomprende di conseguenza il materiale didattico.

Ma anche quel tipo di spese che lo studente si trova costretto ad affrontare per mantenersi, quindi le tasse universitarie o l’iscrizione necessaria per affrontare un corso di alta formazione professionale. Alla stessa maniera si considerano gli eventuali esborsi dovuti al pagamento di un canone d’affitto. Tale ipotesi si riscontra di frequente. In quanto sono numerosi gli studenti che seguono un corso di studi lontano dal luogo di origine, senza poter contare su alcun tipo di aiuto proveniente dal nucleo familiare di riferimento.

I requisiti necessari

Al fine di essere legittimati ad ottenere questa tipologia di prestiti è opportuno presentare una serie di documentazioni. Alcune di esse si ritengono canoniche e sono costituite dal codice fiscale e dalla copia di un documento di identità. Occorre poi trasmettere una serie di carteggi propri di questa fattispecie di prestiti. Che servono a dimostrare la regolare iscrizione ad un corso universitario o di alta formazione professionale. Per quanto riguarda le garanzie, di solito le formule in esame non ne prevedono la presentazione. In quanto si tratta di formule concepite a seguito dalla collaborazione stretta fra atenei e istituti di credito, il cui obiettivo preminente è quello di agevolare l’accesso al credito a questa particolare categoria di individui. E’ possibile tuttavia che alcuni finanziatori pretendano la partecipazione di un fideiussore. Il quale si dovrebbe impegnare a restituire la somma nel caso in cui il beneficiario si dimostrasse incapace di sostenere il piano di rimborso, nei modi e nei termini previsti a livello contrattuale.

Le tipologie di prestito in esame si caratterizzano per consentire di svolgere la restituzione in lassi di tempo piuttosto ampi. Di modo tale da concedere al beneficiario l’opportunità di terminare il corso di studi senza dover subire eccessive preoccupazioni. E di affrontare la restituzione soltanto nel momento in cui si trova nelle condizioni ideali per farlo. Al fine di beneficiare di tutta questa serie di agevolazioni è indispensabile che lo studente svolga il corso di studi accademico o di alta formazione professionale nei tempi prescritti. Molti istituti di credito prevedono oltretutto che si mantenga una determinata media per l’intera durata del corso.

Le migliori soluzioni

Sono diverse le soluzioni degne di essere prese in considerazione. Tra le più soddisfacenti si annovera quella proposta da una celebre società finanziaria italiana, facente parte del crédit agricole. Che consente di ottenere dei finanziamenti all’interno di una cifra ricompresa tra cinquecento e trentamila euro. Si rivolge sia agli studenti universitari sia a coloro che sono in procinto di svolgere un corso di alta formazione professionale. L’ente finanziatore permette di svolgere l’intera procedura in ambito telematico e di conseguire il risultato desiderato in breve tempo. Le incombenze burocratiche sono ridotte all’essenziale. Entro due giorni dalla richiesta è possibile ricevere il finanziamento sul proprio conto corrente. La fase istruttoria, dunque, si compie in tempi assai rapidi.

Si consiglia agli studenti che desiderano ricevere un prestito di questo genere di vagliare le diverse offerte presenti sul mercato creditizio. E di informarsi anche presso l’istituto dove si è impegnati a frequentare un corso accademico, oppure un master, in merito alla possibilità che esistano delle convenzioni con qualche istituto di credito. In questa maniera si avrebbe la possibilità di scegliere un canale preferenziale e di godere di condizioni più agevolate.