Prestiti online 24 per spese urgenti e improvvise: tutto quello che c’è da sapere per accedere al credito

1056

Indice dei contenuti

Può trattarsi di un elettrodomestico che smette di funzionare all’improvviso, dell’automobile che vi lascia a piedi oppure della necessità di affrontare delle spese mediche. Nella vita possono accadere tanti imprevisti che ci trovano impreparati, anche dal punto di vista economico. A venirci incontro, però, vi sono i prestiti online 24 per spese urgenti e improvvise, che vi consentono di ottenere dei finanziamenti veloci e quindi di avere la liquidità necessaria in brevissimo tempo.

In questa guida conoscerete in cosa consistono questi prestiti, quali requisiti dovete avere per ottenerli e chi dovete rivolgervi.

Caratteristiche dei prestiti online 24 per spese urgenti e improvvise

Quali sono le caratteristiche che rendono i prestiti online 24 per spese urgenti e improvvise così particolari rispetto ad altri tipi di finanziamento?

La prima caratteristica è indubbiamente la tempistica, che è molto più veloce rispetto ad altre tipologie di finanziamento. Tra la richiesta del prestito, la sua accettazione (qualora ne abbiate i requisiti) e il suo ottenimento, non passano generalmente più di 48 ore, e in alcuni casi si riducono a 24.

L’attesa, quindi, è molto minore rispetto a quella prevista per molti altri tipi di prestiti, per cui sono perfetti per venire incontro ad ogni vostra esigenza di affrontare spese impreviste e urgenti.

È ovvio che la somma richiesta alla banca o alla finanziaria non può avere un importo alto. Insomma, se siete stati sfrattati e dovete lasciare presto un appartamento, nonostante sia anche questa una situazione di urgenza non potete richiedere un prestito per acquistare un immobile, tanto per intenderci.

Questo tipo di finanziamento, detto anche prestito veloce, permette infatti di ottenere somme che vanno da 1000 a 3000 euro (dipende anche molto dal finanziatore a cui vi rivolgete). Insomma, cifre che possono consentirvi di acquistare un elettrodomestico o un’automobile di seconda mano.

A chi richiederli

Potete richiedere i prestiti per spese urgenti e improvvise alla vostra o ad altre banche, oppure potete rivolgervi ad una finanziaria online. Anche per quanto riguarda le banche, è sempre preferibile rivolgersi a quelle che operano online, in quanto le procedure, in filiale, sono molto più lunghe e non vi consentirebbero di ottenere il prestito nei tempi rapidi che richiedete.

Trattandosi poi di importi molto ridotti, non è per nulla difficile ottenerli e in molti casi non avrete bisogno di presentare particolari garanzie, come per esempio la figura di un fideiussore (garante) che si impegni a saldare le rate qualora voi non foste più nella possibilità di farlo.

Il fatto che in molti casi non vi venga richiesta la presenza di tale figura o altro tipo particolare di garanzia, concorre a rendere ancora più veloci questi tipi di finanziamenti, in quanto non è necessario produrre la documentazione relativa all’identità e alla situazione finanziaria di una terza persona, o altri tipi di documentazione.

I prestiti veloci sono offerti da molti istituti di credito e finanziarie online. Proprio per questo, l’offerta è molto varia e per capire chi vi propone quella più conveniente, potete utilizzare un comparatore di prestiti online.

Non dovrete fare altro che inserire alcuni dati relativi alla vostra situazione reddituale, l’importo della cifra richiesta e il numero delle rate che intendete pagare. Il calcolatore vi simulerà le rate (comprensive di interessi, oneri e spese varie) di diversi istituti di credito disponibili a concedervi il prestito di cui avete bisogno.

A quel punto, non vi resta che contattare la finanziaria scelta per avanzare richiesta di finanziamento.

Chi può richiederli e documentazione da presentare

Questa tipologia di prestito è particolarmente appetibile perché potere richiederla non solo se siete occupati, liberi professionisti, commercianti o lavoratori autonomi, ma anche se risultate disoccupati, in alcuni casi senza presentare particolari garanzie, come abbiamo già detto sopra.

I documenti da presentare non si differenziano da quelli previsti per tutte le altre tipologie di prestiti, ovvero:

  • Documento di identità valido e codice fiscale (o tessera sanitaria)
  • Documentazione relativa al proprio reddito personale (busta paga, CUD, 740, Modello Unico, cedolino della pensione…)
  • Certificato di residenza e permesso di soggiorno (se siete stranieri o stranieri extracomunitari)

A chi sono rivolti

Come abbiamo già accennato sopra, questo tipo di prestito è davvero rivolto a tutti, sia che siate impiegati di una grande azienda e sia che siate studenti universitari o disoccupati. Tuttavia, in alcuni casi, in base alla vostra posizione potrebbe essere richiesta una documentazione differente da presentare.

Di seguito analizziamo ogni singola categoria, in modo che possiate riconoscervi e sapere qual è la procedura standard che sarà applicata per voi.

Prestiti veloci per lavoratori dipendenti

Se appartenete a questa categoria siete particolarmente avvantaggiati, in quanto banche e finanziarie considerano il possesso di una busta paga e di un TFR una garanzia già molto solida, quindi otterrete un prestito per spese urgenti e improvvise in maniera molto semplice e veloce.

Prestiti per spese urgenti per pensionati

Se siete pensionati, valgono le stesse considerazioni fatte per i lavoratori dipendenti, in quanto la pensione è considerata un’entrata mensile stabile. Sia con la pensione che con la busta paga, poi, potrebbe esservi proposta la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, una particolare forma di finanziamento che vi permette di ottenere la somma che vi necessita in brevissimo tempo, e la rata sarà trattenuta direttamente sulla vostra busta paga o sulla pensione.

Per avere maggiori informazioni sulla cessione del quinto potere leggere le guide dedicate all’argomento e presenti in questo stesso sito.

Prestiti veloci per lavoratori autonomi

Se siete lavoratori autonomi, non possedendo una busta paga non potrete accedere a tipi di prestito come la cessione del quinto, in quanto non potete dimostrare una stabilità economica.  Tuttavia, anche voi potete fare richiesta di un prestito veloce, presentando il Modello Unico o l’Attestazione ISEE.

Solo nel caso in cui risultiate essere cattivi pagatori e quindi presenti nelle liste della Crif (Centrale dei Rischi Finanziari), vi sarà richiesta la figura di un garante. A questo punto, i tempi di accettazione e ottenimento di un prestito veloce si allungheranno, ma se sceglierete di fare domanda online saranno comunque più brevi rispetto a quelli di una filiale.

Prestiti spese impreviste per disoccupati

Per disoccupato non si intende solo chi non ha un’entrata mensile stabile, ma vengono considerati anche coloro che percepiscono redditi da attività differenti da quelle da lavoro dipendente o autonomo, come ad esempio grazie all’affitto di un proprio immobile.

Anche se fate parte di questa categoria, è necessario presentare il Modello Unico o l’Attestazione ISEE.

Purtroppo, se siete disoccupati e non avete alcuna altra entrata economica, sarà molto difficile ottenere un prestito veloce e dovrete affidarvi ad altre tipologie di prestiti senza busta paga, come ad esempio il prestito cambializzato.

Prestiti veloci per giovani studenti

Se invece risultate disoccupati ma anche giovani studenti regolarmente iscritti a un corso di laurea o a un master, potrete richiedere delle particolari forme di finanziamento rivolti alla vostra categoria. Si tratta generalmente di prestiti d’onore e simili, che possono essere utilizzati solo per sostenere le spese relative alla vostra istruzione.

Prestiti urgenti per aziende

I prestiti veloci possono essere richiesti anche nel caso in cui siate titolari di un’azienda. In questo caso, prima di rilasciarvi il prestito, il creditore farà dei controlli per capire se l’azienda ha la solidità necessaria che vi permetterà di saldare le rate del prestito.

Prestiti spese improvvise per cattivi pagatori e protestati

Se fate parte della categoria dei cattivi pagatori o protestati e avete un contratto di lavoro o siete pensionati, quindi percepite un reddito, il prestito veloce vi verrà comunque erogato, presentando la documentazione relativa alla vostra situazione reddituale.

Se, invece, siete protestati o iscritti nelle liste della Crif e risultate anche disoccupati, dovrete presentare un garante o accedere a tipologie di prestito particolari come il già citato prestito cambializzato, che ricordiamo vi verrà concesso solo se avete altri tipi di garanzie come ad esempio il possesso di un immobile. In questi casi, se non riuscirete a pagare le rate del prestito, il creditore potrà immediatamente intervenire pignorando il bene per recuperare il capitale concesso.

Conclusioni

Da quanto detto, ottenere dei prestiti online 24 per spese urgenti e improvvise è praticamente possibile per qualsiasi categoria alla quale appartenete, anche se in alcuni casi a determinate condizioni. Il consiglio è quello di non fermarvi al primo rifiuto ottenuto da un istituto di credito online, soprattutto se siete in particolari condizioni, come nel caso in cui non potete dimostrare un’entrata fissa mensile. Sul web trovate delle finanziarie online disponibili a concedervi un prestito veloce, dovete solo scoprire quali sono tra queste. Tuttavia, non fidatevi mai di chi vi promette cifre molto alte e a condizioni particolarmente agevolate, perché potreste rischiare di cadere nelle mani di truffatori che approfittano della vostra situazione di urgenza.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO: Offerta non relativa alle eventuali finanziarie e/o banche citate nell'articolo ma trattasi di affiliazione pubblicitaria