Prestiti online 24 o prestiti agevolati di Poste Italiane? Caratteristiche dei prodotti, soluzioni vantaggiose, info e dettagli

Le tipologie di prestito di cui si tratta sono offerte da BancoPosta, la sezione di Poste Italiane che si occupa di gestire il risparmio dei propri clienti, offrire una serie di servizi legati allo svolgimento di operazione bancarie ed erogare finanziamenti. Le formule di prestito di cui è possibile divenire beneficiari sono davvero numerose. Ciascuna di esse si caratterizza per rispondere ad istanze specifiche, legate a particolari necessità della clientela. La gran parte delle soluzioni sono rivolte a coloro che risultano titolari di un conto BancoPosta o di un libretto di Risparmio Postale.

  • Alcune formule consentono di ricavare delle somme significative, utili per poter compiere degli acquisti impegnativi. Altre invece si distinguono per risultare facili e rapide da attivare, attraverso cui, tuttavia, ottenere soltanto importi contenuti. Esistono poi delle fattispecie concepite per essere richieste online. Quindi mediante l’utilizzazione di apposite pagine telematiche, situate all’interno del portale ufficiale di BancoPosta.

I prestiti veloci online BancoPosta

Il prestito BancoPosta online è una tipologia di finanziamento personale, destinata a coloro che sono titolari di un conto BancoPosta, residenti all’interno del territorio nazionale. E’ richiesto inoltre di trovarsi in una posizione lavorativa solida, da cui consegue il ricevimento regolare di un reddito da lavoro. Con questa formula è possibile conseguire un capitale compreso tra tremila e trentamila euro. La procedura telematica comporta l’accesso ad un’area riservata, tramite l’utilizzo di apposite credenziali messe a disposizione del finanziatore. All’interno della pagina si devono inserire i propri dati, nonché compilare un modulo. La trasmissione della documentazione necessaria, rappresentativa la propria condizione reddituale e riguardante la propria identità, si concede che avvenga direttamente online o attraverso una tradizionale spedizione postale.

Se l’istruttoria compiuta dal finanziatore si completasse in modo favorevole, la somma verrebbe accreditata entro un periodo di tempo assai breve. Per quanto riguarda il periodo di rimborso, si concede di compiersi entro un lasso di tempo che va da due a nove anni. Nei confronti del cliente si offre anche l’opportunità di esercitare, durante il rimborso, l’opzione attraverso cui cambiare l’importo della singola rata o di saltarla, nei modi e nelle tempistiche previste a livello negoziale.

Il Mini Prestito BancoPosta

La tipologia di prestito in esame si rivolge soltanto a coloro che risultano detentori di una Carta Postepay Evolution, in corso di validità. Si prevede inoltre che si abbia la maggiore età e non si siano stati superati i settant’anni. Mediante questa soluzione è possibile ricevere le seguenti somme: mille, duemila o tremila euro. Mentre il piano di restituzione deve compiersi entro un lasso di tempo piuttosto breve: ventidue mesi. L’accreditamento del finanziamento è previsto che avvenga direttamente sulla carta. Per ottenere questa formula è indispensabile recarsi presso un qualsiasi ufficio di Poste Italiane. A proposito della documentazione, è necessario fornire un documento di identità o il passaporto, la tessera sanitaria e le certificazioni in grado di configurare la propria condizione reddituale.

  • Nel caso in cui il richiedente fosse extracomunitario, sarebbe necessario che esibisca anche il permesso di soggiorno. In ogni caso sarebbe necessario che dimostrasse di trovarsi nel territorio nazionale da almeno un anno qualora fosse un lavoratore dipendente (presso il medesimo datore di lavoro) o da tre anni nel caso in cui fosse un lavoratore autonomo o un libero professionista.

Le altre soluzioni di prestito BancoPosta a condizioni agevolate

Il prestito BancoPosta flessibile è una soluzione di finanziamento agevolata, rivolta alle persone fisiche che risultano titolari di un conto presso la struttura medesima o di un libretto di risparmio postale nominativo ordinario. E’ inoltre richiesto essere residenti nel territorio nazionale e ricevere in modo regolare un reddito da lavoro oppure una pensione. Si può ricevere una somma compresa tra tremila e trentamila euro. Il periodo di ammortamento invece è ammesso che si svolga in un lasso di tempo incluso tra tre e nove anni. Le condizioni agevolate si rilevano nella possibilità di beneficiare di una serie di opzioni previste nel contratto di prestito, secondo le quali sarebbe possibile poter cambiare o saltare la rata, ovviamente a precise condizioni, previste in modo perentorio a livello negoziale. Si concede infine la facoltà di sottoscrivere una polizza assicurativa a copertura del credito.

Si annovera infine il prestito BancoPosta classico. Che può essere ottenuto anche da persone fisiche non titolari di un conto BancoPosta o di un Libretto Postale. Purché si trovino in una situazione lavorativa consona oppure regolarmente pensionati. Attraverso questa formula si avrebbe l’opportunità di ottenere una cifra compresa tre tremila a trentamila euro, da restituire in un lasso di tempo che va da due a sette anni. Fino ad un limite di diecimila euro è ammesso che si possa ricevere il finanziamento presso lo sportello dell’ufficio postale. Per i clienti invece si prevede l’accredito sul proprio conto BancoPosta oppure sulla Carta Postepay Evolution. O in contanti, per coloro che sono titolari di un Libretto di Risparmio Postale.