Prestiti online 24 garantiti: come fare per ottenere questi finanziamenti in modo semplice e veloce

136

Indice dei contenuti

Solitamente, quando si parla di prestiti, ci si sente sempre un po’ a disagio. Il problema sta nel fatto che i prestiti sono un argomento molto difficile da trattare. In questo articolo, come avrete già intuito dal titolo, parleremo di prestiti garantiti.

In particolare, ci soffermeremo sui prestiti garantiti che si possono richiedere online. Come potrete immaginare, non sarebbe possibile parlare di tutte le tipologie di prestiti in una volta sola. Per questo motivo, il nostro solo ed unico protagonista di oggi saranno i prestiti garantiti richiedibili online.

Nei prossimi paragrafi cercherò di trattare nella maniera più esaustiva possibile questo argomento. Inizialmente vedremo che cosa sono i prestiti garantiti, successivamente parleremo di quelli che sono i modi attraverso i quali tale tipologia di prestito si può richiedere.

Andando più avanti ci concentreremo anche sulle persone che possono richiedere tali prestiti e sulle garanzie che sono richieste. Alla fine, cercherò un po’ di fare il punto della situazione. Ora però, senza dilungarci troppo, procediamo!


Che cosa sono i prestiti garantiti?

Come vi ho accennato poco fa, in questa sezione vedremo che cosa sono i prestiti garantiti. Senza andare troppo oltre, possiamo dire che i prestiti garantiti sono sicuramente categorizzabili come una tipologia di finanziamenti. Probabilmente vi starete chiedendo che cosa si intende per “garantiti”. Ebbene, in alcune determinate occasioni, lo Stato decide di garantire per i richiedenti.

Quindi, la garanzia in questione è quella relativa alla copertura dei rischi di insolvenza, che solitamente è rappresentata da altri elementi. Nelle altre tipologie di prestiti, infatti, la garanzia è fornita o da una busta paga o un’ipoteca, oppure da persone terze che garantiscono per il richiedente.

Quando si tratta di prestiti garantiti dallo Stato, le persone che possono accedervi sono davvero poche. Questo perché i prestiti garantiti dallo Stato vengono messi a disposizione (soprattutto delle piccole e delle medie imprese) in periodi di estrema criticità economica.

Tuttavia, questo non significa che quelli garantiti dallo Stato siano gli unici prestiti garantiti esistenti. Ci sono anche delle altre categorie di prestiti che rientrano in tale classificazione, come la cessione del quinto oppure la delega di pagamento.

  • Nel caso della cessione del quinto, il prestito è richiedibile solo da privati, pensionati oppure da dipendenti pubblici. Questo finanziamento consiste nel fatto che la rata non può superare il 20% (e quindi un quinto) dello stipendio (o della pensione) percepito dal richiedente.
  • La delega di pagamento, conosciuta anche come “doppio quinto”, è un’altra tipologia di prestiti ancora. Essa può essere richiesta solo da persone che hanno già una cessione del quinto in corso.

Prestiti garantiti online: come si possono richiedere?

A differenza di quello che si può pensare, anche i prestiti garantiti si possono richiedere online. Per farlo, bisognerà seguire delle specifiche procedure e tenere conto di diverse variabili. Innanzitutto, bisogna specificare che il primo contatto tra voi e l’istituto di credito sarà un preventivo.

Diciamo che il preventivo è il modo più semplice e più veloce per poter iniziare un rapporto con un istituto di credito. Richiedere un preventivo è molto semplice: vi basterà entrare nel sito dell’istituto che vi ha convinto di più e compilare un modulo di richiesta. In questo modo, l’ente riceverà la vostra richiesta e vi contatterà il prima possibile.

Considerate che il primo vero contatto avverrà quasi sicuramente con un consulente, che perciò potrà anche fornirvi ulteriori informazioni rispetto a quelle che potreste trovare sul sito. Il preventivo, naturalmente, sarà studiato in base alle vostre specifiche esigenze.

Detto questo, probabilmente vi starete chiedendo quali sono i documenti che dovrete fornire. Beh, il prossimo paragrafo è riservato proprio alla documentazione!

Quali documenti sono necessari?

Come vi dicevo qualche paragrafo fa, i prestiti garantiti sono riservati ai pensionati, ai dipendenti statali o a certe tipologie di privati. Quindi, come potrete senz’altro immaginare, uno dei primi documenti che vi verrà richiesto sarà la busta paga.

Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente presentare tra i documenti la vostra ultima busta paga, senza dover necessariamente tornare troppo indietro nel tempo. Ovviamente, se siete dei pensionati, al posto della busta paga vi verrà chiesto un documento che rappresenti la vostra pensione.

Tra i documenti naturalmente, rientrano anche i documenti di identità. Questi ultimi sono fondamentali anche solo per poter avere un primo contatto con il consulente. Insomma, considerate che l’istituto di credito deve poter sapere chi siete. Quindi, al momento dell’invio della documentazione ricordatevi di allegare anche una copia del vostro passaporto, della vostra carta d’identità o della vostra patente.

Insieme al documento di identità, sarà necessario inviare anche una copia del proprio codice fiscale. In questo caso potrete fare una scansione al fronte e al retro della vostra tessera sanitaria. In ultimo, ma non per importanza, dovrete allegare il CUD. Per essere più precisi, potrebbero richiedervi solo quello dell’anno precedente.

Conclusioni

Eccoci qui, ormai siamo giunti al termine del nostro articolo riservato ai prestiti garantiti online. Arrivati a questo punto abbiamo capito che i prestiti garantiti rientrano tra le categorie di finanziamento e che ne esistono fondamentalmente di due tipi: quelli garantiti dallo Stato e quelli che riguardano i privati.

Nel primo caso, i soggetti a cui è rivolta tale iniziativa sono solo le imprese, che siano esse di piccole oppure di medie dimensioni. Nel caso dei prestiti garantiti per privati invece, si tratta di una tipologia di prestito riservata ai pensionati o ai dipendenti pubblici.

Fino ad ora ho cercato di chiarire la differenza tra i due, tralasciando il fatto che si tratti comunque di due categorie totalmente diverse tra di loro. Inoltre, nel corso di questo articolo abbiamo anche scoperto come si possono richiedere online. Ricapitolando, potrete richiederli online seguendo pochi e semplici passaggi che troverete qualche paragrafo più su.

Per quanto riguarda invece i documenti da fornire, essi sono piuttosto pochi. In particolare, avrete bisogno di presentare il CUD (cioè il vostro Certificato Unico Dipendenti), un vostro documento di identità insieme al vostro codice fiscale, e in ultimo bisognerà allegare una busta paga. Siamo ormai giunti al termine di questo articolo, perciò non mi resta che farvi i miei migliori auguri per il prestito che avete intenzione di chiedere!